mercoledì 5 agosto 2009

I simboli del lavaggio - etichette abbigliamento

Qualche anno fa ho dato una mano ad un'amica in una lavanderia. Oltre che essere stata un'esperienza molto divertente, mi ha aiutato soprattutto ad imparare e memorizzare quei fantastici simboli del lavaggio che molto spesso, sinceramente, non sapevo cosa volessero dire. Nell'indecisione ho lavato a mano un sacco di panni che forse non dovevano essere lavati in questo modo, rovinando tessuti e colori (e l'umore di mio marito!).

Confrontandomi con molte amiche mi sono resa conto che nonostante l'aiuto delle avanzate tecnologie casalinghe come la lavatrice che fa tutto da sola, il problema è comune a molte piu donne di quanto si pensi. Per questo ho deciso di darvi una mano.
Questo perchè la cura dei vestiti si basa prima di tutto su un lavaggio e un'asciugatura appropriati al tessuto e per fare questo, basta saper leggere e capire le istruzioni indicate sull'etichetta. Alcuni simboli sono da conoscere se si vuol evitare di ritrovarsi con un maglione taglia « 10 anni » o della biancheria bianca diventata blu.

Prima di tutto i simboli si presentano nell'ordine seguente:
1) lavaggio,
2) candeggio,
3) stiratura,
4) pulizia a secco,
5) asciugatura (nell'asciugatrice che ancora non si porta tanto in Italia).

L'etichetta quindi è una successione di 5 simboli che informano sulle modalità di lavaggio e cura generale di ogni capo. Ci sono casi in cui il vestito, la maglia, il pantalone... qualsiasi indumento è composto da diversi tipi di tessuto. In questi casi è cosa ovvia e saggia attenersi alle istruzioni che riguardano la parte più fragile del prodotto.

1) Lavaggio

Lavare esclusivamente a mano, sciacquare normalmente, strizzare delicatamente.

Lavare in lavatrice alla temperatura massima indicata.
30° per i colori delicati. Azione meccanica ridotta, risciacquo normale e centrifuga normale.
40° per le magliette colorate e la biancheria con elastico. Azione meccanica ridotta, risciacquo normale e centrifuga normale.
60° per le lenzuola colorate. Azione meccanica normale, risciacquo normale e centrifuga normale.
95° Lenzuola bianche. Azione meccanica normale, risciacquo normale e centrifuga normale.

I trattini sotto il simbolo indicano il tipo di programma: Nessun trattino Programma cotone (velocità massima). Azione meccanica normale, risciacquo e centrifuga normale. Un trattino Programma sintetici (velocità media). Azione meccanica ridotte, risciacquo a temperatura decrescente e centrifuga ridotta. Due trattini Programma lana (velocità minima).

Non lavare.

2) Asciugatura

Asciugare nell’asciugatrice.
Il punto al centro del simbolo indica la temperatura massima: Nessun punto Nessuna restrizione di temperatura. Un punto Asciugatura a bassa temperatura (60° massimo).
Due punti Asciugatura normale.

Non utilizzare l’asciugatrice.

Lasciar asciugare all’aria aperta. Stirare immediatamente dopo il lavaggio.

Lasciar asciugare su una gruccia.

Far asciugare pari.

3) Stiratura

Stirare con il ferro da stiro. I punti al centro del simbolo indicano la temperatura: Un punto Stirare a ferro freddo (110°): acrilico, nylon, acetato. Due punti Stirare a ferro caldo (150°): poliestere, lana. Tre punti Stirare a ferro molto caldo (200°): cotone, lino.

Non stirare o stirare molto delicatamente (magliette stampate, ad esempio).

4) Pulizia Professionale

Indica una pulizia di tipo professionale.
La lettera precisa il tipo di lavaggio.
Vuoto oppure A Lavaggio a secco con tutti i tipi di solvente.
F Lavare a secco con solventi a base di petrolio del tipo solvente R113 e idrocarbonio (essenze minerali).
P Lavare a secco con i solventi abituali, a base di percloroetilene, di solvente R113 e di idrocarbonio (ma senza tricloroetilene).
W Lavare ad acqua ma senza prodotti.

I trattini sotto i simboli indicano le restrizioni:
Un trattino Riduzione del lavaggio (quantità d’acqua, sollecitazioni meccaniche, temperatura dell’acqua, temperatura dell’asciugatura).
Due trattini Forte riduzione del lavaggio (quantità d’acqua, sollecitazioni meccaniche, temperatura dell’acqua, temperatura dell’asciugatura).

Non lavare a secco.

Non lavare ad acqua.

Si puo’ candeggiare.

Non candeggiare.

Inoltre, altri piccoli consigli:

Per tutti i tessuti,
- se possibile, evita le alte temperature
- se l’etichetta lo permette, opta per il lavaggio in lavatrice piuttosto che a mano
- i vestiti fatti asciugare al sole si infeltriscono più facilmente
- scegli gli agenti sbiancanti piuttosto che la candeggina che attacca le fibre
- gli abiti foderati vanno sempre lavati a secco

Ancora..
- la lana si restringe se lavata in acqua troppo calda e si deforma se viene appesa
- il cotone si stira facilmente e deve essere lavato separatamente quando è colorato
- la seta non sopporta né acqua calda né centrifuga e dev’essere lavata a secco
- la lana, la seta, i tessuti che perdono il colore e i capi che comportano elementi metallici e in cuoio non devono mai essere lasciati in ammollo.

15 commenti:

  1. Perché il simbolo "far asciugare pari" è uguale a quello "stirare con il ferro da stiro"? Credo ci sia un problema con i simboli.

    Ad ogni modo grazie per dare un significato ai geroglifici che ci sono nelle etichette dei miei indumenti!

    Alberto

    RispondiElimina
  2. GRZIE CI HO FATTO I COMPITI!!!!!!!!!!!!!

    GIULIA

    RispondiElimina
  3. sono il gemello di giulia anche io ci ho fatto i compiti
    grazie mille

    FABIO

    RispondiElimina
  4. sono il fratello maggiore di giulia e fabio.
    è UNA CAZZATA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    MARCO 15 ANNI


    P.S. GIULIA= 10 A. FABIO=10 A.
    P.S.S. LUCA FRATELLO MINORE = 4 ANNI

    RispondiElimina
  5. CIAO
    BELLO MOLTO BELLO!!!!

    CARMEN

    RispondiElimina
  6. BELLO

    FILIPPO 9 ANNI

    RispondiElimina
  7. una volta dissi al mio compagno che si lamentava di come gli avevo lavato dei capi in lavatrice: primo, se vuoi una cosa come la intendi tu te la fai da solo.
    secondo, impara a lavarti e stirarti la tua roba se vedi che io sono occupata a fare altro.
    alle donne: il marito cambia umore? peggio per lui, fa due fatiche, poi via le suocere dalla coppia, on sono autorizzate a metere bocca, gia hanno fin troppo male educato il loro maschio. meditate donne, meditate.
    i compiti in casa si dividono al 50%, come è stanco lui la sera lo è anche la moglie. non esistono cose da donne e cose da uomini.

    Kunimitsu

    RispondiElimina
  8. passando ad argomento pratico, il problema non sono i simboli delle etichette sui capi, quanto i simbolini sulle macchine lavatrici, mi è sembrato che alcune marche usino una simbologia propria che non è poi riportata sul manuale del modello.
    è capitato anche ad altre-i credo.
    Kunimitsu

    RispondiElimina
  9. una pagina ben fatta è anche
    http://spazioinwind.libero.it/labandadeisei/toglimac/etichettevestiti.htm

    RispondiElimina
  10. grazie
    senza il vostro aiuto non so cosa avrei fatto

    RispondiElimina
  11. grazie mille... abito in un posto dove è praticamente necessario utizzare le asciugatrici e stavo andando al manicomio per capire come si usano .... grazie mille

    RispondiElimina
  12. se c'è scritto NON LAVARE...come posso lavarlo?

    RispondiElimina
  13. Buttalo se nn puoi lavarlo... Ahhhhhhhh

    RispondiElimina
  14. Ho fatto I compiti grazie

    RispondiElimina
  15. grazie x l aiuto anke io ho fatto i compiti.cIAOOOOOOOOOOOOOOOOO A TUTTI

    RispondiElimina